lunedì 23 dicembre 2013

Un libro per Natale

... per augurarvi delle Feste Serene e Luminose.

Il libro che, simbolicamente, vi dono e racconto è lo stesso che ho Scelto di portare e donare al Gruppo di Lettura Alle 9 da Babar (per chi fosse curioso di scoprire cos'è questo gruppo o cosa ci siamo raccontati nell'ultimo incontro, può leggere QUI).

Un albo a cui sono molto legata.

Vier Biber in der Nacht - Quattro castori nella notte
di Michael Dudok de Wit, ed. Verlag Freies Geistesleben, 2003

 
Piccola Intro

Michael Dudok de Wit e la sua opera sono stati tema della mia tesi sperimentale di laurea (ormai un po' di anni fa).
Ufficialmente, sono la prima ad aver analizzato il suo lavoro e ad averne scritto un testo (italiano).

Michael è un grafico pubblicitario, autore di corti d'animazione e illustratore olandese.
Conosciuto soprattutto nel secondo ambito (il cinema d'animazione), è famoso per aver vinto nel 2011 l'Oscar come Miglior Corto d'Animazione con il suo poetico Father&Daughter (che potete visionare QUI, possibilmente a tutto schermo).
Il successo di questo corto ha spinto la casa Editrice Leopold a farne un libro illustrato.
Michael si dedica, da questo momento, anche all'attività di illustratore per bambini e Vier Biber in der Nacht è il primo libro da lui scritto e illustrato.

Qualcuno si ricorderà anche di questa pubblicità. L'animazione e il segno sono dell'autore.


Il libro

La storia narrata in modo semplice e poetico si concentra sulla paura del buio e sul come superarla.
Michael ci fa scoprire che, anche nella notte più scura, ci sono Vita, Allegria e Luce.

E visto che il Natale, Yule, il Solstizio d'Inverno altro non sono che le date in cui si celebra la Rinascita della Luce, questo albo è, per me, il Dono più azzeccato.

Ve lo mostro con una traduzione molto casalinga del testo.

 
Quattro Castori nella Notte

 
 

 
In una calda notte d'estate quattro castori osservano il tramonto del sole.
Il più piccolo sospira.
"Cosa c'è, piccolino. Perché sospiri?"
"Tra poco sarà scuro, e ho paura della notte."
 

 
"Noi non abbiamo paura della notte. Vedi? Sta già spuntando la luna.
Vieni, andiamo a vederla da vicino."
 
E corrono in cima alla collina.
 

 
"Perché non cantiamo una canzone alla luna?", dice il più alto.
"Comincio io."
 
Ognuno canta una canzone.
Il piccolino si tira un po' su.
 

 
"Hai ancora paura della notte, piccolino?"
"Un pochino..."
"A noi piace la notte. Vuoi vedere qualcosa di divertente? Vieni con noi!"
 

 
Entrano tutti insieme nel bosco. Sotto gli alberi alti è molto scuro.
 

 
Rimangono un po' in una radura.
 
"Riesci a vedere chi sta volando là in alto? Loro non hanno paura."
"Chi sono?" chiede il piccolino. "Sono uccelli?"
 

 
"No, sono pipistrelli. Dormono tutto il giorno in angoli bui.
Di sera si svegliano e volano tutta la notte. Se stai in silenzio, puoi sentirli fischiare."
 
Il piccolino sta a sentire.
Vorrebbe tanto saper volare anche lui!
Sospira...
 

 
"Hai ancora paura della notte, piccolino?"
"Solo un pochino pochino..."
 
"Vieni, adesso facciamo qualcosa di meraviglioso."
Il piccolino corre curioso insieme ai suoi amici.
 

 
I quattro piccoli castori arrivano in riva a un lago.
Si lasciano scivolare senza rumore nell'acqua.
L'aria è calda e l'acqua magnificamente fresca.
 
"Nuotare di notte è una cosa molto emozionante" dicono i quattro castori.
 

 
"E' bellissimo", dice il piccolino.
 

 
"Hai ancora paura della notte, piccolino?"
 
"Oh no! Adesso la notte mi piace tantissimo. Ora cosa facciamo?"
Gli altri piccoli castori sospirano.
E sai cosa rispondono?
 

 
"Niente, adesso andiamo a dormire!"
 


 
*Copyright immagini/testi di Verlag Freies Geistesleben e Michael Dudok de Wit
**Foto di Bliblila
 
 
Buon Natale e Felice 2014!
E, ovviamente...
Buone Letture!
 
 

Nessun commento: